top of page

Grande successo del protocollo stabilizzazione medici 118 Emilia-Romagna

COMUNICATO STAMPA


OGGI SI SONO RACCOLTI I FRUTTI

GRANDE SUCCESSO DEL PROTOCOLLO D’INTESA

PER IL RECLUTAMENTO DEI MEDICI 118 DELL’EMILIA ROMAGNA



Bologna – 30 MARZO 2022


Nel desolante scenario normativo nazionale che ostacola in ogni possibile modo i giovani medici rispetto la possibilità di lavorare e formarsi contestualmente garantendo quindi i servizi ai cittadini; oggi, in Emilia-Romagna, si è fatto un passo avanti concreto, che dimostra chiaramente che se ci sono ascolto e sinergia, si possono aggiustare le cose, un passo alla volta, una dopo l’altra.


L’ Assessore alla Salute dell’Emilia Romagna Raffaele Donini aveva saputo ascoltare la ferma presa di posizione di SNAMI rispetto l’ applicazione delle norme che avrebbero permesso di stabilizzare i precari del 118, medici in alcuni casi con 7 o 10 anni di contratti rinnovati a 6 o 12 mesi per volta.

Primi in italia, poche settimane fa la firma di un protocollo d’ intesa con la regione per l’applicazione di queste novità normative.


Già oggi si raccolgono i primi frutti, proprio grazie a quelle norme e a quell’intesa, la prima tranche di medici ha visto la stabilizzazione nelle Aziende USL della Regione Emilia-Romagna, siamo fieri di poter dire che le istanze complessive dei medici che hanno presentato domanda per lavorare stabilmente in convenzione nel 118 regionale sono più che triplicate e di questi, più del 78% del totale dei candidati sono stati assegnati proprio grazie a quel protocollo d’intesa!


Una grande soddisfazione e vittoria per tutto il sistema di emergenza che oggi diventa più stabile ed in grado di programmare il futuro.


Ci sono ancora molti passi da fare, le assegnazioni infatti evidenziano province con molti problemi e Aziende USL che devono essere richiamate al rispetto delle regole del gioco, ma questo è un altro tema. Oggi brindiamo ad aver riconosciuto l’impegno sul campo, l’esperienza maturata e la meritocrazia di questi professionisti che sono stati in prima linea per tutta la pandemia, senza poter nemmeno aprire un mutuo per via della loro posizione storicamente incerta.


Siamo fiduciosi che se si troveranno convergenze rispetto i passi successivi che abbiamo già proposto in queste settimane all’assessorato, sapremo creare quel clima organizzativo che consentirà di recuperare l’organico mancante, investire sui giovani e garantire ai cittadini un servizio di emergenza territoriale di elevata efficacia

209 visualizzazioni1 commento

1 commentaire


borghirenato
borghirenato
30 mars 2022

Già Peccato che il sottoscritto sia stato escluso in quanto era , nella finestra curricolare indicata nel bando, convenzionato a tempo indeterminato e non determinato… 18 anni di 118 , tra LP, convenzione a tempo indeterminato e determinato buttati …this is it

J'aime
bottom of page