top of page

Bandi chiuse, graduatorie pronte, cosa si aspetta per iniziare i corsi dell'emergenza?



13 ottobre 2022


COMUNICATO STAMPA


Corsi per Medici di Emergenza ancora fermi, bandi pubblicati e chiusi a giugno, graduatorie pubblicate a settembre, con la Regione si è corso ma dalle Aziende USL ad oggi nemmeno l’ombra di un interpello per far iscrivere i medici, quasi 200 le domande di partecipazione nel limbo



Da Piacenza a Rimini mancano medici per i servizi d’emergenza, ma pare la si prenda con calma per far partire i corsi di formazione!


Organizzazioni Sindacali e Regione Emilia-Romagna hanno definito rapidamente accordi per l’interazione dei medici del 118 con le Strutture di Pronto Soccorso e con i Punti di Primo Intervento e sono stati banditi nello scorso mese di giugno ben 4 corsi di formazione per l’emergenza territoriale nello scorso mese di giugno, rimuovendo una serie di incompatibilità che avevano reso i precedenti corsi carenti di candidati. La strategia ha funzionato:

Oggi abbiamo quasi 200 domande di partecipazione divise sulle 4 sedi di corso


Le domande si sono chiuse nello scorso mese di giugno 2022

Le graduatorie sono state pubblicate in alcune AUSL dal 21 settembre in poi


Ad oggi, 13 ottobre, ancora non sono partite le chiamate per le iscrizioni ed i medici che hanno telefonato per informazioni sulle date di partenza e modalità di iscrizione non hanno ricevuto alcuna risposta soddisfacente sulla data di partenza di tali corsi di formazione.


Rimaniamo perplessi: c’è o non c’è una carenza drammatica da colmare senza ritardo? Abbiamo in PS sempre piu’ in difficoltà, automediche ridotte, non c’e’ tempo da perdere!

A cosa serve fare intese e sforzi enormi se poi tutto si rallenta a livello periferico?

Donini intervenga!


Abbiamo anche scritto nelle scorse settimane alla Regione Emilia-Romagna, rassicurando che se vi fossero problemi organizzativi, i professionisti dell’emergenza territoriale per formazione e tutoraggi sono disponibili a lavorare da ora per formare nuovi colleghi all’emergenza, e che riteniamo dato lo scenario, sia ragionevole formare tutti i richiedenti dal primo all’ultimo che ha presentato domanda!

88 visualizzazioni0 commenti

Kommentare


bottom of page